• Nasce l’Ansonica dei Vignaioli del Morellino di Scansano

    raccolta dell'ansonica

    La tradizione, si dice, è un’innovazione che ha avuto particolare successo. Per noi la tradizione è anche lo spunto per lavorare su nuovi progetti, trovare nuove soluzioni. Un po’ come abbiamo fatto di recente con il nostro Vin del Fattore, nato dal recupero dell’antica tecnica del governo all’uso toscano ma interpretata in chiave moderna. Oggi, invece, vi presentiamo un altro progetto di cui andiamo molto fieri: una nuovissima etichetta a base Ansonica, antico vitigno un tempo molto diffuso nella Toscana costiera ma che poi si è andato via via perdendo.

    Tra i vigneti dove ancora oggi si può trovare questo vitigno, nella

    nostra zona, alcuni ap

    partengono ai nostri soci. Da lì è nata l’idea di recuperare questa vecchia tradizione con un nuovo vino che presentiamo in queste settimane. Solo poche bottiglie, per cominciare.

    Le origini

    L’Ansonica è probabilmente un vitigno di origine greca o mediorientale ma fu dalla Sicilia che arrivò all’Isola d’Elba verso la fine del 1500. Dall’Elba si diffuse poi nelle altre isole dell’arcipelago toscano, in particolare all’Isola del Giglio, e da lì su tutta la costa maremmana.

    La storia recente

    Nei primi anni del Novecento arrivò a occupare circa 800 ettari di superficie tra Monte Argentario (500 Ha), Agro di Orbetello (200 Ha) e Isola del Giglio (100 Ha). Dai porti dell’Argentario e del Giglio l’uva veniva venduta sui mercati di Roma, Livorno, Genova, e in annate favorevoli raggiungeva anche le piazze svizzere e tedesche.

    Nel tempo, le vigne di Ansonica sono state abbandonate o sostituite con altre varietà, principalmente a bacca rossa, e oggi sono rimasti solo piccoli appezzamenti coltivati con questo vitigno. Alcuni di questi vigneti sono di proprietà dei soci della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano.

    Il nostro Ansonica

    La proposta di un vino a base Ansonica nasce dalla volontà di riportare alla luce la storia e le caratteristiche di questo vitigno, usualmente vinificato in contatto con le bucce, resistente ai climi salsi e siccitosi e in grado di dare luogo a vini corposi e longevi. Il nostro Maremma Toscana Doc Ansonica è un bianco secco, dal colore giallo paglierino intenso, arricchito da caldi riflessi dorati. Al naso si evidenziano i sentori di ginestra e di agrumi, con note aromatiche di macchia mediterranea. All’assaggio è asciutto, morbido, ma dotato di una piacevole freschezza, di sapidità e di una lunga persistenza fruttata.

  • Le 10 migliori spiagge della Maremma

    Con l’arrivo della bella stagione, ecco che la Maremma diventa ancora più bella, se possibile, grazie alla possibilità di passare una giornata al mare. Qui in Maremma potete trovare spiagge uniche, spesso all’interno di riserve naturali, o spiagge con stabilimenti, più vicine ai centri abitati, ma ugualmente belle e più adatte a famiglie con bambini. Eccoci dunque a presentarvi la nostra personale lista delle 10 migliori spiagge della Maremma. Attenzione, non sono in ordine di bellezza ma speriamo possano incuriosire chi passerà le vacanze in Maremma.

    E dopo una giornata al mare, perché non chiudere con una bella degustazione al tramonto, e godere del fresco della cantina e della collina? Tutti i giovedì vi aspettiamo infatti a Scansano per la Morellino Experience, una degustazione dalle 18.30 alle 20.00 dei nostri vini con un piccolo abbinamento. Per sapere come partecipare, cliccate qui.

    Cala Violina – foto di kikko87 da Pixabay

    Golfo di Follonica

    Lungo il golfo di Follonica si possono trovare sia la spiaggia della città, con i suoi stabilimenti, sia spiagge più selvagge e naturali, specialmente nella località di Torre Mozza. La sabbia bianca e fine, il mare cristallino e la flora suggestiva fanno di questa lunga spiaggia la più bella della Maremma.

    Spiaggia Acqua Dolce, Porto Ercole

    Questa spiaggia è situata nel comune di Porto Ercole, lungo la costa del Monte Argentario. La presenza di numerosi ciottoli sulla battigia fa sì che l’acqua sia cristallina. Il fondale all’inizio è sassoso per poi diventare sabbioso. La visita a questa magnifica spiaggia incontaminata immersa nella natura maremmana è un’esperienza che consigliamo a tutti i turisti.

    Cala Violina

    La spiaggia di Cala Violina si trova nel comune di Scarlino, a nord di Punta Ala e a sud di Follonica. Nel cuore della costa maremmana, è immersa nella macchia mediterranea. Ci si arriva a piedi, con una facile passeggiata su un sentiero di 1,5 km. La splendida golena che circonda la spiaggia è chiamata Cala Violina per via del rumore: quando cammini sulla spiaggia il suono ricorda un violino. Qui l’acqua è limpidissima e la vista sui promontori circostanti è da mozzafiato.

    Spiaggia delle Rocchette

    Nel comune di Castiglione della Pescaia, poco più a sud di Punta Ala, trovate la Spiaggia delle Rocchette. Qui trovate sia stabilimenti balneari e bar che tratti di spiaggia libera. Il nome “rocchette” deriva dalla presenza di numerosi scogli a picco sul mare dove le persone possono prendere il sole e tuffarsi in acqua. La spiaggia è facilmente accessibile passando da Castiglione della Pescaia.

    Spiaggia della Feniglia

    La spiaggia della Feniglia si trova nel comune di Orbetello, è lunga 7 km e fa parte di una delle tre strisce di terra che collegano la terraferma al Monte Argentario. La spiaggia è sabbiosa e il fondale basso quindi più adatta per chi va con i bambini. Appena dietro la spiaggia ci si può addentrare nel parco naturale della Feniglia, e osservare la magnifica flora mediterranea. Anche la fauna locale merita una menzione, con tanti animali diversi tra cui daini e fenicotteri.

    Spiaggia delle Marze

    La spiaggia delle Marze si trova a nord di Marina di Grosseto, lungo la strada che va a Castiglione della Pescaia. È una lunghissima spiaggia libera inserita nel bellissimo scenario della Pineta del Tombolo. È lunga circa6 km e ampia fino a 100 metri. È per lo più una spiaggia libera, frequentata da sportivi e amanti della natura. Le Marze è conosciuta per le sue alte dune, coperte dalla vegetazione tipica che fiorisce in primavera. Si può raggiungere facilmente dalla strada che collega Marina di Grosseto a Castiglione della Pescaia: a circa metà strada, all’altezza del camping Le Marze, c’è il sentiero che porta alla spiaggia.

    Pineta a Cala Violina – foto di kekko87 da Pixabay

    Cala di Forno

    Situata dopo Marina di Alberese (venendo da Grosseto), si trova anche questa nello splendido Parco della Maremma. La spiaggia di Cala di Forno è una piccola spiaggia, affascinante per la natura selvaggia che caratterizza tutta la riserva naturale. Un tempo, il carbone prodotto nella vicina macchia partiva da qui, via mare, per Talamone e Castiglione della Pescaia. Attenzione: questa spiaggia è accessibile solo acquistando il biglietto presso il centro visite Alberese. Si fa poi un primo tratto in autobus, e a seguire un tratto a piedi ne vale veramente la pena.

    Spiaggia Acqua Dolce, Porto Ercole

    Situata nel comune di Grosseto, a pochi chilometri dal paese Alberese, la zona è accessibile mediante un passaggio a pagamento. Arrivare lì è un’esperienza gratificante grazie al paesaggio naturale che circonda l’area, ci si può immergere completamente nella realtà del Parco della Maremma osservando la flora e la fauna di quest’ultimo. La spiaggia è libera e accessibile a tutti, selvaggia ma anche ben tenuta e curata, tutti fattori che fanno di questa una delle spiagge più belle della maremma.

    Punta Ala

    Ubicata nel comune di Castiglione della Pescaia, a 10 km andando verso Follonica, Punta Ala è costellata di stabilimenti balneari sulla spiaggia ma allo stesso tempo immersa nella natura. La conformazione rocciosa delle coste circostanti fa sì che l’acqua sia cristallina. Sono presenti anche tratti di spiaggia libera dove è possibile sostare.

    Una curiosità: recenti scavi archeologici sui fondali riportarono alla luce molti reperti etruschi e romani spesso provenienti da antiche imbarcazioni inabissate nella zona.

    Capalbio

    La spiaggia di Capalbio è detta anche “ultima spiaggia” perché è l’ultima spiaggia Toscana prima di sconfinare nel Lazio. Ci si può facilmente arrivare mediante la superstrada che porta a Roma. Servita da ristoranti, camping e stabilimenti balneari, la spiaggia è ben tenuta e curata e adatta anche per famiglie con bambini. Il facile accesso alla spiaggia e i servizi fanno di questa una delle più belle spiagge della Maremma.

    Questo post è stato scritto con il contributo dei nostri tirocinanti Edoardo Calussi e Miguel Cagnani, iscritti al corso di Marketing Agroalimentare dell’ITS Eat di Grosseto.

  • ViniLiamo 2019 – un tuffo nel passato

    Torna anche quest’anno ViniLiamo – un tuffo nel passato, l’appuntamento estivo dedicato alla musica presso la Cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano che eccezionalmente sarà aperta anche di sera.

    Per questa seconda edizione abbiamo in programma un concerto dei The Longboarders, che porteranno le atmosfere e il sound del rock’n’roll degli anni ’60 a Scansano, negli spazi della nostra cantina. Insieme a loro potrete ballare al suono di tutte le vostre canzoni rock preferite di quegli anni.

    Il programma inizierà alle 19,30 con la visita della Cantina al termine ci sarà una degustazione dei nostri vini a ritmo di musica e aperitivo a buffet.

    Segnate questa data: 28 giugno 2019. Vi aspettiamo!

    Ingresso 15 euro che prevede la degustazione di due calici di vino e il buffet.
    Per i ragazzi di età inferiore a 16 anni il prezzo è di 10 euro.  I bambini di età inferiore a 8 anni entrano gratis.

    E’ gradita la prenotazione:

    Email: visita@vignaiolidiscansano.it

    Tel: +39 0564 507288

    Whatsapp: +39 338 8700238