• Nasce l’Ansonica dei Vignaioli del Morellino di Scansano

    raccolta dell'ansonica

    La tradizione, si dice, è un’innovazione che ha avuto particolare successo. Per noi la tradizione è anche lo spunto per lavorare su nuovi progetti, trovare nuove soluzioni. Un po’ come abbiamo fatto di recente con il nostro Vin del Fattore, nato dal recupero dell’antica tecnica del governo all’uso toscano ma interpretata in chiave moderna. Oggi, invece, vi presentiamo un altro progetto di cui andiamo molto fieri: una nuovissima etichetta a base Ansonica, antico vitigno un tempo molto diffuso nella Toscana costiera ma che poi si è andato via via perdendo.

    Tra i vigneti dove ancora oggi si può trovare questo vitigno, nella

    nostra zona, alcuni ap

    partengono ai nostri soci. Da lì è nata l’idea di recuperare questa vecchia tradizione con un nuovo vino che presentiamo in queste settimane. Solo poche bottiglie, per cominciare.

    Le origini

    L’Ansonica è probabilmente un vitigno di origine greca o mediorientale ma fu dalla Sicilia che arrivò all’Isola d’Elba verso la fine del 1500. Dall’Elba si diffuse poi nelle altre isole dell’arcipelago toscano, in particolare all’Isola del Giglio, e da lì su tutta la costa maremmana.

    La storia recente

    Nei primi anni del Novecento arrivò a occupare circa 800 ettari di superficie tra Monte Argentario (500 Ha), Agro di Orbetello (200 Ha) e Isola del Giglio (100 Ha). Dai porti dell’Argentario e del Giglio l’uva veniva venduta sui mercati di Roma, Livorno, Genova, e in annate favorevoli raggiungeva anche le piazze svizzere e tedesche.

    Nel tempo, le vigne di Ansonica sono state abbandonate o sostituite con altre varietà, principalmente a bacca rossa, e oggi sono rimasti solo piccoli appezzamenti coltivati con questo vitigno. Alcuni di questi vigneti sono di proprietà dei soci della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano.

    Il nostro Ansonica

    La proposta di un vino a base Ansonica nasce dalla volontà di riportare alla luce la storia e le caratteristiche di questo vitigno, usualmente vinificato in contatto con le bucce, resistente ai climi salsi e siccitosi e in grado di dare luogo a vini corposi e longevi. Il nostro Maremma Toscana Doc Ansonica è un bianco secco, dal colore giallo paglierino intenso, arricchito da caldi riflessi dorati. Al naso si evidenziano i sentori di ginestra e di agrumi, con note aromatiche di macchia mediterranea. All’assaggio è asciutto, morbido, ma dotato di una piacevole freschezza, di sapidità e di una lunga persistenza fruttata.

  • Morellino Experience – tutti i giovedì fino a metà settembre

    Ogni giovedì, all’ora del tramonto, vieni a vivere la Morellino Experience!

    Tutti i giovedì, fino al 12 settembre, ti aspettiamo per la Morellino Experience, una visita in cantina con  degustazione per chiudere al meglio la giornata.
    L’evento ha inizio alle 18,30: dopo un tour della nostra cantina parteciperai alla degustazione di 4 vini della Cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano – ogni settimana diversi. In abbinamento, alcuni assaggi di prodotti tipici.

    Dopo una giornata al mare o in piscina, scoprirai il lato enogastronomico della Maremma Toscana e i segreti dei vini che rendono questo territorio ancora più speciale. Se vuoi scoprire qualcosa di più dei vini che produciamo, clicca qui.

    Le visite durano 90 minuti (il wine shop il giovedì rimane aperto fino alle 21).
    C’è un unico turno con inizo alle 18,30 così poi hai tutto il tempo di andare a cena nel ristorante che preferisci.

    Le visite sono in italiano e in inglese.
    Prezzo a persona: 10 euro
    Bambini e ragazzi: gratis

    È gradita la prenotazione indicando nome, cognome, numero di partecipanti (ed eventuali bambini) e un recapito telefonico:
    Email: visita@vignaiolidiscansano.it – Tel: 0564 507288 –
    Whatsapp: +39 338 8700238

    Attenzione: in concomitanza con Ferragosto e con l’evento teatrale dedicato a Gaber, la settimana successiva, la Morellino Experience NON è prevista il 15 e 22 agosto. Grazie della collaborazione!

    morellino experience

  • Il festival “I luoghi del tempo” in Maremma

    i-luoghi-del-tempoTorna il festival I luoghi del tempo con il consueto format che valorizza luoghi inconsueti e poco noti del territorio della Maremma per creare incontri con intellettuali, scrittori, artisti, attori, musicisti e giornalisti. Come nelle passate edizioni, questi luoghi suggestivi faranno da scenario a passeggiate, concerti, interviste e degustazioni (e ci saremo anche noi!). Un modo in più per conoscere la ricchezza della Maremma.

    Quest’anno le destinazioni del festival I luoghi del tempo saranno: il Granaio Lorenese di Alberese, il sito archeologico etrusco in località Poggiotondo (Scarlino), la miniera di Niccioleta (Massa Marittima) e il sito rupestre in località San Rocco (Sorano), la miniera Marchi a Ravi e Roccastrada (tenuta La Pescaia a Sticciano scalo). Gli incontri si terranno dal 29 maggio al 2 giugno e poi ancora sabato 6 giugno e sabato 13 giugno.

    Come l’anno passato, anche quest’anno saremo presenti, in particolare nella serata del 2 giugno a Sorano, nella Via Cava di San Rocco. Sorano si trova su un pianoro di tufo affacciato sulla valle del Lente. Qui piccoli insediamenti ci furono già a partire dall’età del bronzo, prima ancora degli etruschi. Una via tagliata nel tufo, e quindi “cava”, venne poi scavata per portare fino al paese, tra grotte usate come necropoli e le rovine di un eremo. E nel 1600 gli abitanti di Sorano dedicarono a San Rocco, pellegrino verso Roma nel XIV secolo, una piccola cappella su questo sperone di tufo. Di seguito il programma dettagliato della serata:

    Martedì 2 Giugno
    via cava SAN ROCCO · SORANO
    ingresso libero

    ORE 18 · PASSEGGIATA
    Sentieri e briganti” con Marco Vichi (scrittore), Lorenzo Degl’Innocenti (attore), Pierandrea Vanni(giornalista), Alessandro Agostinelli (giornalista) Lara Arcangeli (direttore Sistema Museale Sorano)

    ORE 19.30
    Degustazione prodotti locali

    ORE 20 · CONCERTO
    Il Monumento” Peppe Voltarelli

    Produttori ospiti della serata:
    Azienda Agricola Riserno, Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano, Consorzio olio extravergine d’oliva Scansano, Salumificio Mori

    Qui invece trovate il programma completo.